Le nuove pensioni


I requisiti per le pensioni immediate

I lavoratori malati di malattie amianto correlate hanno diritto all'immediato pensionamento (prepensionamento invalidità) senza i limiti del grado invalidante, dell'età e dell'anzianità contributiva. 

I requisiti per le pensioni sono: 

  • riconoscimento INAIL e/o causa di servizio per asbestosi, tumore dei polmoni o mesotelioma;
  • anzianità contributiva di almeno 5 anni (di cui 3 anni negli ultimi 5 anni);

 

Questi lavoratori possono chiedere di essere collocati in pensione con effetto immediato.

Pensioni immediate e prepensionamento

L'Avv. Ezio Bonanni, anche in qualità di presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto, ha sostenuto delle richieste che sono state accolte con l'articolo 1, comma 250, della Legge 11 dicembre  2016, n. 232, che ha sancito il diritto all'immediato pensionamento amianto per quei lavoratori che non avessero ancora maturato i requisiti per il pensionamento al momento dell'insorgenza e del riconoscimento dell'asbestosi, del tumore polmonare o del mesotelioma quale malattia di origine professionale.

Infatti, le malattie amianto, se riconosciute come tali, danno diritto alle maggiorazioni contributive amianto con il coefficiente 1,5 ex art. 13 comma 7 Legge 257/1992: in altre parole, ogni anno di esposizione amianto vale un anno e mezzo ai fini del prepensionamento o della rivalutazione della prestazione pensionistica in godimento.

Per saperne di più: 

 

Termini per domande pensioni: 31 marzo 2019

 

La procedura di pensionamento immediato (pensione invalidità amianto) art. 1 comma 250 L. 232/2016 per le vittime amianto, può essere adottata solo se con l'accredito dei benefici amianto ex art. 13 comma 7 L. 257/92 (coefficiente 1,5) non si matura il diritto a pensione immediata vittima amianto. 

Con il decreto del 18.07.2017, è stato regolato l'accesso al pensionamento amianto per le vittime che hanno ottenuto il riconoscimento di asbestosi, mesotelioma o tumore dei polmoni che dunque possono accedere alla pensione immediata di inabilità, dopo aver ottenuto dall'INAIL (ovvero dall'ente detentore della posizione assicurativa) il riconoscimento dell'origine professionale di una di queste tre patologie, senza limite di grado invalidante. 

La circolare congiunta INPS e INAIL (n. 7 del 2018) ha dettato le regole per poter accedere al prepensionamento / pensionamento amianto: il prossimo termine per le domande è quello del 31 marzo 2019.

Consulenza legale gratuita

Lo studio legale dell'Avv. Ezio Bonanni, con il suo team di avvocati online, offre assistenza legale gratuita per far ottenere alle vittime di malattie amianto la pensione immediata e il prepensionamento.

Chiedi una consulenza legale gratuita al form sottostante:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Approfondimenti sulle pensioni: