Mesotelioma: come curarlo e ottenere il risarcimento danni

Mesotelioma

Il mesotelioma è il tumore causato dall'amianto. Solo chi è stato esposto ad asbesto si ammala di mesotelioma. Gli organi bersaglio del mesotelioma sono la pleura, il pericardio, il peritoneo e la tunica vaginale del testicolo.


L'avv. Ezio Bonanni, è il presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto, associazione di categoria delle vittime amianto, e tutela i diritti delle vittime.

 

Per essere assistiti gratuitamente, contatta il 

numero verde ONA

Numero Verde ONA


Mesotelioma: la tua guida

L'avv. Ezio Bonanni è l'autore di: "Come curare e sconfiggere il mesotelioma e ottenere le tutele previdenziali e il risarcimento dei danni". La guida per prevenire e curare il mesotelioma e per la tutela dei diritti delle vittime.

Scarica la guida sul mesotelioma pdf 

Dowload

Mesotelioma ricerca scientifica

Gli atti in video della conferenza del 19.06.2018



Assistenza Legale gratuita

Sportello Amianto ONA

L'ONA assiste gratuitamente tutte le vittime di mesotelioma, anche dal punto di vista medico. È possibile accedere ai servizi ONA attravero lo Sportello Nazionale Amianto.

Ezio Bonanni Consulenza legale

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti



Mesotelioma: prevenzione, diagnosi e cura


Il mesotelioma è il più aggressivo tumore causato dall'esposizione ad amianto. La quasi totalità dei mesoteliomi viene diagnosticata a chi è stato precedentemente esposto alle fibre di asbesto. 

>>Leggi di più sulla prevenzione mesotelioma...


Mesotelioma: gli organi bersaglio


Le fibre di amianto / asbesto sono le uniche cause del mesotelioma, che è un cancro che colpisce le sierose e si distingue in:

  • mesotelioma pleurico, tumore della pleura (membrana che avvolge i polmoni);
  • mesotelioma peritoneale, tumore della membrana che avvolge il peritoneo;
  • mesotelioma pericardico, tumore della cavità attorno al cuore;
  • mesotelioma della tunica vaginale, tumore della membrana che riveste i testicoli;

Mesotelioma: la prevenzione


Ezio Bonanni risponde: per prevenire il mesotelioma è sufficiente evitare l'esposizione ad amianto - asbesto

È sufficiente evitare di esporsi a fibre di amianto per evitare tutti i rischi di insorgenza del mesotelioma e delle altre patologie asbesto correlate (prevenzione primaria).


Mesotelioma: diagnosi


In caso di esposizione ad amianto, sono necessari esami specifici (sorveglianza santaria), per la diagnosi del mesotelioma: 

  • Radiografia del torace: scarsamente efficace, anche se in grado di evidenziare ispessimento pleurico e placche pleuriche, anticamera del mesotelioma.
  • Tomografia del torace (TC): strumento più efficace, in grado di mostrare il tumore e la sua posizione. La Tac spirale è più veloce ed efficace e ha una dose inferiore di radiazioni. 
  • PET:  identifica quelle cellule che hanno un più alto metabolismo glucidico e quindi crescono velocemente e fanno presagire la presenza del mesotelioma e di altri tumori. Lo strumento più efficace è la tac pet in grado di effettuare entrambi gli esami diagnostici. 
  • Risonanza magnetica: permette di ottenere immagini dettagliate dei tessuti molli del corpo, come la TC, ma senza utilizzare raggi X. Per il mesotelioma permette di verificare lo stato di avanzamento della neoplasia sul diaframma, posto al di sotto dei polmoni, e indispensabile per respirare.
  • Biopsia:  serve per ottenere la definitiva conferma del mesotelioma. Si esegue sui campioni di liquido presenti nel torace (toracentesi), nell'addome (paracentesi) o nella cavità attorno al cuore (pericardiocentesi) e si verifica al microscopio la presenza di cellule tumorali. In altri casi, si prelevano piccole porzioni di tessuto mesoteliale con un ago sottile inserito sottopelle o con l'inserimento di una sonda dotata di videocamera attraverso un piccolo taglio nella pelle: in questo modo il medico può vedere le aree sospette e prelevare i campioni che vengono poi analizzati al microscopio. Per la diagnosi definitiva di mesotelioma sono necessari gli esami immunoistochimici e verificano le proteine presenti nella superficie della cellula, o genetiche, capaci di individuare l'espressione genica tipica del mesotelioma. 
  • Esami del sangue: in particolare per misurare i livelli di osteopontina e SMRP, molecole presenti in dosi più elevate in caso di mesotelioma.

>>Leggi di più...


Mesotelioma: che cos'è?


Il mesotelioma è il tipico tumore che l'amianto provoca sulle cellule mesoteliali, che costituiscono il mesotelio, quello strato di cellule che avvolge la superficie esterna di pleura, peritoneo, pericardio e tunica vaginale del testicolo.

>>Leggi di più...

 


Mesotelioma: i sintomi


Come specificato dall'avv. Ezio Bonanni nel suo manuale esplicativo, il mesotelioma pleurico provoca: 

  • versamento pleurico;
  • tosse, dolore toracico, gonfiore del collo e del viso;
  • perdita di peso e astenia.

Il mesotelioma peritoneale:

  • perdita di peso, cacchessia, gonfiore e dolore addominale;
  • anemia e febbre.

Mesotelioma: i tipi istologici


In base al tipo di cellula maligna, si distinguono tre tipi di mesotelioma:

  • Epitelioide: il più comune (60-70% dei casi) e quello che tende ad avere una migliore prognosi (mesotelioma epitelioide sopravvivenza);
  • Sarcomatoide (o fibroso): rappresenta dal 10 al 20% dei mesoteliomi;
  • Misto (o bifasico): con aree epitelioidi e aree sarcomatoidi, rappresenta dal 30 al 40% dei mesoteliomi.

>>Approfondisci su...


Mesotelioma: aspettative di vita


Mesotelioma pleurico speranza di vita: La sopravvivenza è pari a 9,8 mesi per il mesotelioma pleurico e a 5,6 mesi per il mesotelioma del peritoneo, e con una sopravvivenza a 5 anni del 5% per il primo e dell’8,1% per il secondo ed una media del 7% ai 5 anni.


Mesotelioma: guarigione


Mesotelioma guarigione : Il mesotelioma costituisce il 4% della mortalità globale per il cancro, per tutte le età e per entrambi i sessi e nel corso di questi ultimi anni, per coloro per i quali la diagnosi è stata precoce, si è riusciti ad avere un significativo prolungamento delle aspettative di vita (mesotelioma pleurico aspettative di vita), e delle condizioni generali e in alcuni casi, seppur rari, anche la guarigione.

 


Mesotelioma: il II rapporto dell'ONA


L'avv. Ezio Bonanni è autore del Secondo Rapporto Mesoteliomi di ONA ONLUS (a partire da pag. 36), sono stati già riportati e specificati tutti i dati e le statistiche relative al mesotelioma in Italia.


Mesotelioma: come si cura?


L'avv. Ezio Bonanni ha dimostrato che la diagnosi precoce è molto importante e si ottiene con la sorveglianza sanitaria e rende meno ardua la cura del mesotelioma anche se la prognosi rimane quasi sempre infausta. L'obiettivo principale rimane quello di assicurare una più lunga sopravvivenza e a migliori condizioni di salute

L'approccio terapeutico è dettato dallo stadio della neoplasia e dal tipo istologico. Le terapie più efficaci sono quelle multimodali. L'ONA, anche grazie al sostegno del Prof. Luciano Mutti ha elaborato un protocollo specifico che può essere consultato alla voce: trattamento multimodale mesotelioma.

>>Leggi di più su...


Chirurgia, radioterapia e chemioterapia


Il mesotelioma può essere trattato con:

  • terapia chirurgica;
  • radioterapia;
  • chemioterapia;
  • chemioterapia intraoperatoria ad alta temperatura;
  • terapie integrate.

>>Leggi di più sulla mesotelioma terapia...


Mesotelioma: tutela legale


L'Avv. Ezio Bonanni, con il suo studio legale, assiste ormai da circa venti anni tutte le vittime dell'amianto, tra i quali coloro che sono vittime di mesotelioma. 

>>Consulta la voce: danni da amianto e risarcimenti, rendite e benefici contributivi...


Mesotelioma: rendita INAIL


L'Avv Ezio Bonanni ti guida nei meandri della burocrazia italiana per ottenere il riconoscimento della rendita INAIL nel caso tu sia vittima di mesotelioma o se sei un famigliare di un paziente o purtroppo di una vittima deceduta a causa di questa gravissima patologia asbesto correlata provocata dall'esposizione ad amianto.

  • La denuncia di malattia professionale: è una certificazione indispensabile per avviare la procedura di riconoscimento dell'origine professionale della patologia e per ottenere la rendita diretta oppure la rendita in reversibilità per il coniuge e i figli;
  • L’accertamento del danno biologico permanente: questo accertamento è fondamentale sia per ottenere il riconoscimento dell'origine professionale della patologia asbesto correlata e per quantificare il grado invalidante, e anche nell'eventuale giudizio di risarcimento dei danni a carico del datore di lavoro e degli altri responsabili;
  • La revisione del danno permanente: in alcuni casi, l'INAIL chiede di poter riesaminare la quantificazione del danno biologico. In tanti altri casi questa richiesta è formulata dal lavoratore avente diritto vittima di patologia asbesto correlata le cui condizioni di salute si sono aggravate;
  • Il ricorso amministrativo (art. 104 del DPR 1124/65) e giudiziario: nel caso di mancato riconoscimento della rendita, ovvero di attribuzione di un quadro invalidante inferiore all'effettivo danno biologico subito dal paziente, si ha il diritto di ricorrere in via amministrativa per far fissare la visita collegiale INAIL. Successivamente si potrà ricorrere al giudice del lavoro (442 cpc) per ottenere la tutela di tutti i diritti;
  • Le prestazioni INAIL del lavoratore assicurato: il lavoratore assicurato ha diritto all'indennizzo del danno biologico e al risarcimento dei danni da diminuite capacità di lavoro, con una rendita mensile, la cui entità tiene conto della retribuzione e del grado invalidante, a condizione che questo sia pari almeno al 16%. In caso di grado inferiore, purché quantomeno del 6%, è dovuto il solo indennizzo del danno biologico; 
  • Le prestazioni in caso di decesso: la rendita INAIL viene liquidata al coniuge superstite nella misura del 50% della prestazione spettante all'avente diritto (rendita di reversibilità) e ai figli nella misura del 20% per ognuno, a condizione che non superi l'iniziale 100%. 

Mesotelioma: prepensionamento


I lavoratori esposti amianto vittime di mesotelioma, hanno diritto all'immediato prepensionamento:

L'avv. Ezio Bonanni ha una specifica esperienza nella tutela delle vittime amianto ammalate di mesotelioma e dei loro famigliari, anche per ottenere il risarcimento dei danni amianto.


Mesotelioma: risarcimento danni


La vittima del mesotelioma (o mesiotelioma) ha il diritto al risarcimento del danno. 

Per approfondimenti si possono consultare le seguenti sezioni di questo sito:


Mesotelioma: vittime del dovere


Se la vittima di mesotelioma ha prestato servizio nelle Forze Armate (Marina, Aeronautica, Esercito, Carabinieri), oppure nel comparto sicurezza (Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, etc.) ha diritto al riconoscimento di vittima del dovere. 

Le prestazioni previdenziali e assistenziali della vittima del dovere consistono in:

  • peciale elargizione di euro 200.000,00 una tantum;
  • assegno vitalizio di €500, con l'equiparazione alle vittime del terrorismo;
  • assegno vitalizio di euro 1033,00 mensili;
  • ulteriori prestazioni. 

>> Leggi di più su...


Mesotelioma: manuale per cura e tutela legale


Mesotelioma Ezio Bonanni

Il quaderno Tematico dell'ONA n.123 "Come curare e sconfiggere il mesotelioma ed ottenere le tutele previdenziali ed il risarcimento danni" è un manuale esplicativo che si trasforma in uno strumento di facile consultazione e guida per coloro che sono stati esposti ad amianto e temono di ammalarsi di mesotelioma e per coloro che purtroppo hanno già ricevuto la diagnosi di mesotelioma. 

L'Avv. Ezio Bonanni, sulla base della sua esperienza professionale, ha elaborato questo manuale che è lo strumento indispensabile per le vittime amianto, per poter tutelare i loro diritti. L'avv. Ezio Bonanni ha reso e rende consultabile gratuitamente il manuale per la cura e tutela legale vittime mesotelioma. L'avv. Ezio Bonanni può essere contattato in qualsiasi momento per una consulenza legale gratuita vittime mesotelioma amianto. 

È sufficiente fare richiesta di un appuntamento per parlare con l'avv. Ezio Bonanni e chiedere la tua consulenza legale gratuita.