Mesotelioma pericardico

Il mesotelioma pericardico è un tumore maligno della sierosa che avvolge il cuore.  Anche questa neoplasia è provocata esclusivamente dalle fibre di asbesto  ed è dose-dipendente. Questa forma di tumore amianto si può manifestare in forma localizzata, multipla o diffusa, colpisce il mesotelio del cuore e il sacco che lo contiene: pericardio viscerale, o epicardio, e pericardio parietale. Anche con riferimento a questa forma mesoteliale, lo studio legale dell'avvocato Ezio Bonanni fornisce assistenza a tutte le vittime e ai loro familiari

Consulenza legale on-line gratis mesotelioma pericardico

Contatta lo studio legale dell'Avvocato Ezio Bonanni attraverso la pagina Consulenze legali gratuite o attraverso il form sottostante per ricevere un primo parere legale gratuito:

Mesotelioma pericardico

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Mesotelioma del pericardio: malattia professionale

In caso di diagnosi di mesotelioma del pericardio, occorre Innanzitutto verificare se il lavoratore è stato esposto ad amianto presente nel luogo di lavoro. Occorre, Infatti, osservare che anche il tumore al pericardio inserito nella lista 1 dell'INAIL Con riferimento a questo agente eziologico. Quindi verificato con l'anamnesi che il lavoratore è stato esposto ad amianto occorre procedere con la denuncia malattia professionale.

In questo modo, la certificazione è inoltrata al INAIL  la quale deve sottoporre il paziente a visita medico legale. In In questo modo si accerta il danno biologico permanente e quindi si formula il giudizio medico legale. In caso positivo, la vittima ottiene  l'indennizzo INAIL, che  con il raggiungimento del 16% consiste nella rendita e cioè in un rateo mensile per tutta la vita.

Nel caso in cui ci sia un aggravamento, il paziente può chiedere la revisione danno permanente.

Se l'INAIL rigetta domanda amministrativa, il lavoratore può presentare il ricorso amministrativo cui fa seguito la fissazione della visita collegiale.

All'esito di questa ulteriore pronuncia da parte dell'INAIL, il lavoratore potrà decidere se ricorrere al giudice del lavoro per chiedere la condanna dell'ente.

Al termine della procedura amministrativa ovvero del giudizio del giudice del lavoro, con il riconoscimento dell'origine professionale, Si otterrà l'accredito dell'indennizzo INAIL. Le prestazioni di quelli indennizzo saranno calcolate sulla base dell'entità della lesione dell'integrità psicofisica. per cui fino al 15% Sara dovuto l'indennizzo del danno biologico. Con minimo il 16%, l'INAIL dovrà erogare la rendita.

Ai fini della quantificazione dell'entità della rendita Inail, si dovrà tenere conto sia della retribuzione che dell'entità della lesione biologica. Inoltre ottenuto così il calcolo dell'importo dovuto, l'INAIL dovrà erogare attraverso il fondo vittime amianto una prestazione aggiuntiva pari al 20%.

In caso di decesso, queste prestazioni devono essere erogate ai familiari punto in particolare dovrà essere loro costituita la rendita di reversibilità ai sensi dell'articolo 85 del DPR 1124 del 65.

Mesotelioma del pericardio: indennizzo e prepensionamento

Le vittime di tumore del mesotelioma pericardico (e i famigliari in caso di decesso) hanno diritto a indennizzo INAIL, rendita INAIL e altri diritti e benefici contributivi con rivalutazione del periodo di esposizione ad asbesto con il coefficiente 1,5. Il coefficiente 1,5 è utile sia per il prepensionamento, sia per la rivalutazione dell'entità delle prestazioni in godimento.  

Il pensionamento anticipato è una misura per collocare in pensione il lavoratore esposto ad asbesto e quindi evitare altre esposizioni.

In caso di decesso, il risarcimento INAIL mesotelioma o rendita INAIL viene liquidata al coniuge superstite nella misura del 50% della prestazione spettante alla vittima (rendita di reversibilità) e ai figli nella misura del 20% per ognuno, a condizione che non superi l'iniziale 100%. 

Per approfondire: 

Risarcimento danni mesotelioma pericardico

Come abbiamo già osservato, Il mesotelioma del pericardio ha sempre è una neoplasia asbesto correlata e dose dipendente.  Generalmente,  questa neoplasia è provocata da elevate esposizioni di fibre di asbesto anche se può insorgere con esposizioni poco elevate.

L'Italia è stato il secondo produttore ed utilizzatori di amianto fino all'entrata in vigore della legge 257 del 1992. In più Successivamente le bonifiche sono andati a rilento e a tutt'oggi ci sono ancora 40 milioni di tonnellate di amianto E materiali che lo contengono. I maggiori livelli di esposizione si sono verificati in ambienti di lavoro e pertanto questa neoplasia è quasi sempre di origine professionale.

Quindi, nel caso in cui si ottenga dall'INAIL e riconoscimento del mesotelioma pericardico con malattia professionale, può essere richiesto il risarcimento del danno differenziale. In buona sostanza, la vittima ha diritto a risarcimento della differenza sul danno biologico e danno patrimoniale da diminuite capacità di lavoro. In più, potrà chiedere l'integrale ristoro delle voci di danno non ricomprese nelle indennizzo Inail. In particolare il danno morale e il danno esistenziale. La prova del nesso causale tra esposizione amianto e cancro del mesotelio pericardico permette di ottenere il risarcimento danni.

La vittima ha il diritto al risarcimento del danno, patrimoniale e non patrimoniale e, in caso di decesso, il diritto può essere fatto valere dagli eredi, per responsabilità contrattuale ed extracontrattuale. Le modalità per il risarcimento dei danni sono conseguenti all'entità del grado invalidante riconosciuto.

Riconoscimento vittime del dovere mesotelioma pericardico

Gli appartenenti alle Forze Armate e al Comparto Sicurezza che per motivi di servizio (durante lo svolgimento di attività, mansioni e missioni) hanno contratto cancro del mesotelio del pericardio o mesotelioma pericardio da asbesto hanno diritto al riconoscimento della qualità di Vittima del Dovere con i relativi diritti e benefici. In caso di decesso della vittima, è possibile ottenere il riconoscimento di vedovo/a e orfani di Vittima del Dovere con i relativi diritti e benefici e prestazioni previdenziali e assistenziali:

  • speciale elargizione (€200.000,00)
  • assegno vitalizio (€500 mensili)
  • assegno vitalizio (€1.033,00 mensili)
  • ulteriori prestazioni

Per approfondire:

Cosa è il mesotelioma del pericardio

Il mesotelioma del pericardio è un tumore amianto molto aggressivo che origina dalle cellule della sierosa che avvolge il pericardio. Il cancro del mesotelio del cuore e/o cancro cardiaco colpisce il sacco che contiene il cuore (rispettivamente pericardio viscerale o epicardio, e pericardio parietale).
 Il cancro mesotelio costituisce una minima parte rispetto al globale del numero dei cancri delle sierose causate dalle fibre di asbesto. Nel caso di diagnosi precoce, si può ottenere il prolungamento della sopravvivenza, ovvero delle maggiori aspettative di guarigione mesotelioma della membrana che avvolge il cuore. 

Tipi istologici

In base al tipo di cellula maligna, si distinguono tre tipi di tumore del mesotelio: 

  • Epitelioide: il più comune (60-70% dei casi), tende ad avere una migliore prognosi (mesotelioma epitelioide sopravvivenza)
  • Sarcomatoide (o fibroso): dal 10 al 20% dei mesoteliomi
  • Misto (o bifasico): con aree epitelioidi e aree sarcomatoidi, rappresenta dal 30 al 40% dei mesoteliomi

Approfondisci su: Meccanismi della cancerogenesi

Sintomi mesotelioma pericardico

Già con i mesotelioma sintomi iniziali è necessario recarsi dal medico curante, poiché i sintomi del mesotelioma cardiaco sono inizialmente poco specifici e spesso vengono ignorati o interpretati come segni di altre malattie o tumori amianto

 

  • Sintomi mesotelioma iniziali:
    • astenia 
    • tosse
    • tachicardia 
    • perdita di peso
    • ascite
  • Sintomi mesotelioma successivi:
    • sudorazione
    • tromboflebia
    • hypercoagulability
    • febbre dell'origine sconosciuta
    • ostruzione intestinale
    • lesioni infiammatorie acute

Versamento pericardico

Cos è il pericardio? Il pericardio è la sierosa che avvolge il cuore, formato da due foglietti o membrane. Il primo dei due, chiamato pericardio viscerale è direttamente collegato al tessuto muscolare cardiaco, mentre la seconda membrana pericardio parietale è si trova all'esterno del muscolo cardiaco. Il liquido pericardico è presente per lubrificare le membrane sierose e ridurre l'attrito durante la contrazione del cuore. Quando vi è un versamento di tale liquido, viene chiamato versamento pericardico.

Un versamento pericardico può presentarsi anche dopo un infarto miocardico acutotraumitumori cardiaci o per la diffusione metastatica di neoplasie maligne. I sintomi che possono indicare un versamento pericardico sono: forte dolore al toracedispneabattito cardiaco accelerato.

Diagnosi mesotelioma pericardico

La diagnosi mesotelioma cardiaco si basa sulla biopsia pericardica (anche se questa metodica non è molto sensibile nel determinare l’etiologia di un versamento pericardico)  e sulle tecniche di imaging (ecografia e tomografia computerizzata). In ogni caso, è necessario l'esame istologico sulla biopsia tissutale e sui risultati dell'immunocolorazione:

  • esame istologico (che rileva le caratteristiche istologiche)
  • tomografia computerizzata (esame TC)
  • pericardiotomia (intervento chirurgico di incisione del sacco pericardico nel corso di interventi di chirurgia cardiaca)
  • biopsia (in corso di intervento chirurgico o con ago tranciante)
  • ecografia addominale

Terapia del mesotelioma pericardico

L'approccio al tumore mesotelio dipende dalla stadiazione, dall'età e dallo stato di salute del paziente. La terapia e cura mesotelioma pericardico prevede diverse approcci se non una combinazione di diversi approcci per aumentare l'efficacia della terapia(The Antemortem Diagnosis of Primary Malignant Pericardial Mesothelioma: A Multidisciplinary Evaluation).  Quando la neoplasia si trova ancora in una fase limitata e iniziale può essere applicata la chirurgia e la radioterapia e/o la chemioterapia. In caso di stato avanzato, l'approccio farmacologico è poco efficace.

Sono a tutt'oggi in corso studi sui protocolli di terapia genica mediante vettori endovirali anti-SV40 e mediante il vettore trasportante l’herpes simplex timidina-chinasi suicida ( Albelda SM. Gene therapy for lung cancer). Gli studi di biologia molecolare, condotti dal Dipartimento terapia e cura del mesotelioma di ONA, hanno aperto nuove prospettive terapeutiche. Ciò con l’utilizzo di farmaci che inibiscono i fattori di crescita cellulare.

In letteratura Strizzi L, Catalano A, Vianale G, et al.: Vascular endothelial growth factor is an autocrine growth factor in human malignant mesothelioma. J Pathol 2001; 193: 468-75). 

Solo in rari casi possono essere adottate con efficacia le terapie tradizionali: 

  • chirurgia
  • radioterapia
  • chemioterapia 

Questi interventi possono essere applicati isolatamente oppure in combinazione. Ogni paziente rappresenta un caso a sé: per questo motivo ogni scelta va attentamente ponderata rivolgendosi ai sanitari.

L'avv. Ezio Bonanni ha riunito nell'ONA il pull di coloro che guidano la ricerca sul mesotelioma del pericardio. Coloro che hanno ricevuto la diagnosi di mesotelioma del pericardico non debbano disperare, poiché anche tale neoplasia può essere curata e in alcuni casi guarita.

Mesotelioma pericardico aspettative di vita

 A causa della rarità del mesotelioma cardiaco non è presente un gran numero di studi in materia e non ci sono indicazioni di riferimento precise relative alla sopravvivenza, ma, come per tutte le neoplasie, si sottolinea l'importanza della prevenzione primaria e della diagnosi precoce al fine di aumentare le chance di sopravvivenza. 

L'Avv. Ezio Bonanni è autore della pubblicazione "Come curare e sconfiggere il mesotelioma e ottenere le tutele previdenziali e il risarcimento dei danni" dedicata a tutte le vittime di tumore del mesotelio da amianto e ai loro famigliari, per fornire una guida pratica alla tutela legale e medica. Scarica gratuitamente la pubblicazione:

Cura ‘Mesotelioma’ e ‘Libro Bianco delle morti di amianto in Italia’

Video integrale della conferenza del 19 giugno 2018 


Registro Patologie Amianto Correlate (REPAC)

L'Osservatorio Nazionale Amianto ha istituito il Registro delle malattie asbesto correlate (REPAC) proprio con lo scopo di rilevare gli indici di sopravvivenza e di incidenza e le relative aspettative di vita mesotelioma.

Questo strumento di segnalazione permette di segnalare la presenza di amianto, materiali contenenti amianto o luoghi di vita e di lavoro (oltre che edifici pubblici, scuole, ospedali, etc.) con presenza di amianto, anche sospetta. Lo scopo è quello di favorire una più efficace e tempestiva bonifica, in collaborazione con le istituzioni, ed evitare quindi il perdurare della condizione di rischio per tutti i lavoratori e cittadini esposti alle polveri della fibra killer. Per segnalare:

Manuale per cura e tutela legale

Mesotelioma Ezio Bonanni

Il quaderno Tematico dell'ONA n.123 "Come curare e sconfiggere il mesotelioma ed ottenere le tutele previdenziali ed il risarcimento danni" è un manuale esplicativo di facile consultazione con la funzione di guida per coloro che sono stati esposti ad amianto e sono malati o temono di ammalarsi. 

L'Avv. Ezio Bonanni ha elaborato questo manuale per tutelare i diritti delle vittime amianto e l'ha reso consultabile gratuitamente proprio per essere più accessibile a tutte le vittime e ai loro famigliari.

 


Homepage >> Mesotelioma >> Mesotelioma pericardico