Quando l'amore per la scienza e la medicina si tramanda di padre in figlio: omaggio al Prof. Giordano

L'Osservatorio Nazionale Amianto ha deciso di omaggiare l'operato del Prof. Giovan Giacomo Giordano e suo figlio Prof. Antonio Giordano.

Questa non è una semplice storia che racconta di un fatto di cronaca, questa è la storia di un uomo che ha dedicato la propria vita alla scienza e alla ricerca di scoperte che potrebbero aiutare l'intera umanità a combattere il cancro.

Dopo anni di ricerca e importanti risultati ottenuti con costanza e sacrificio il Prof. Gian Giacomo Giordano ha lasciato il nostro mondo, restando vivo però nei ricordi di tutti grandi pensatori.

Il Prof. Antonio Giordano dirige il dipartimetno di medicina, chirurgia e neuroscienze dell’università di Siena e Sbarro Institute della Temple University di Philadelphia che, in collaborazione con ricercatori dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Napoli, Fondazione G. Pascale, che continua a conseguire eccellenti risultati.

Ci sono ipotesi per future strategie terapeutiche attraverso l’utilizzo mirato di farmaci inibitori, e quindi il cancro al polmone e il mesotelioma potrebbero in futuro essere controllati con strategie terapeutiche condotte con farmaci mirati a inibire la proteina AKT e dunque a riattivare l’attività di oncosoppressore della proteina RBL2/p130.

Lo studio è stato pubblicato negli Stati Uniti sulla Oncogene, ed ha dimostrato come in linee cellulari l’inibizione attraverso la molecola Akt Inhibitor VIII della proteina AKT, la cui presenza è determinante nella proliferazione delle cellule tumorali, possa favorire la stabilità e la localizzazione nel nucleo della cellula del citato oncosoppressore RBL2/p130, e quindi a ridurre la vitalità delle cellule tumorali.

«Di fronte a questo ulteriore successo, voglio ricordare la figura del Prof. Giovan Giacomo Giordano, il quale, nel maggio 1977, ebbe il coraggio, la forza e la determinazione di pubblicare il ‘libro bianco. Salute e ambiente in Campania’. Figura nobile e fondamentale quella di Giovan Giacomo Giordano, troppo poco apprezzata e che non va dimenticata. Per questo motivo l’Osservatorio Nazionale Amianto intende organizzare una serie di manifestazioni, eventi e convegni finalizzati a far conoscere ai giovani non solo il valore scientifico, ma anche il coraggio e la determinazione e la cristinallina onestà del Prof. Giovan Giacomo Giordano, al cui contributo fondamentale si deve la messa al bando dell’amianto in Italia», dichiara l'Avv. Ezio Bonanni.

L’Osservatorio Nazionale Amianto, con lo Sportello Nazionale Amianto, assicura assistenza medica e legale a tutte le vittime del mesotelioma e di tutte le altre patologie asbesto correlate con l’aiuto dei medici volontari, scienziati in prima linea, tra i quali va ricordato il Prof. Giancarlo Ugazio di Torino, il Prof. Luciano Mutti e tanti altri.

Tutte le vittime dell’amianto possono rivolgersi all’Osservatorio Nazionale Amianto per avere assistenza gratuita, chiedendo sostegno attraverso il numero verde 800 034 294 o visitando il sito istituzionale: https://www.osservatorioamianto.com/

Scrivi commento

Commenti: 0