Danni amianto. Tutto quello che c'è da sapere sul killer del secolo


Come avvocato e come presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto continuerà a difendere le vittime dell'amianto. Proprio a loro mi sono dedicato negli ultimi 20 anni di attività. Ho difeso migliaia di vittime presso tutte le Magistrature. 

L'esposizione ad amianto può provocare mesotelioma, tumori polmonari, alla laringe, faringe, esofago, fegato, colon e perfino all’ovaio e per non parlare dell’asbestosi, placche pleuriche ed ispessimenti pleurici e le complicazioni cardio-vascolari.

L’amianto è presente ovunque, dagli edifici pubblici a quelli privati, dagli ospedali alle tubature degli acquedotti, ma soprattutto ad oggi sono ancora 2400 le scuole che pongono a rischio circa 350.000 studenti e 50.000 dipendenti, tra docenti e non docenti. In Italia sono oltre 6000, e 107.000 nel mondo, i decessi per via delle diverse patologie che l’amianto provoca.

Se hai subito danni da amianto scopri come fare per richiedere assistenza medica e legale,  il risarcimento dei danni, il prepensionamento e i benefici contributivi consultando la pagina https://www.eziobonanni.com/danni-da-amianto-risarcimenti-rendite-e-benefici-contributivi/ oppure chiamando gratuitamente il numero verde 800 034 294.

Scrivi commento

Commenti: 0